Via della Mendola 49/B - 39100 Bolzano Segreteria: Lunedì - Venerdì 09:00-12:00 0471 342572

Categoria: Giancarlo Favero

Il Nuovo Programma di Screening con il Test HPV sostituisce il Pap-test

Il Nuovo Programma di Screening con il Test HPV sostituisce il Pap-test

Lo screening per il carcinoma del collo dell’utero è un intervento sanitario che ha lo scopo di diagnosticare le lesioni pre-tumorali o il tumore in fase precoce, cioè prima che compaiano sintomi, in modo da prevenire lo sviluppo del tumore e migliorarne la prognosi. Il programma di screening organizzato mediante Pap test, è stato rivolto a tutte le donne nella fascia di età 23-65 anni e prevede l’invito attivo, con richiamo per le donne che non rispondono, ed è tanto più efficace quanto maggiore è l’adesione delle donne.
Il virus HPV ( Papilloma Virus ) è la causa necessaria del carcinoma del collo dell’utero: si tratta del primo tumore riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come totalmente riconducibile ad una infezione. Il Prof. Harold Zur Hausen nel 2008 ha vinto il premio Nobel per questa scoperta fatta nel 1976. Esistono circa 120 tipi di virus HPV, ma solo 12 causano il carcinoma del collo dell’utero e per questo motivo sono chiamati oncogeni (o ad alto rischio). Però, solo l’infezione che persiste nel tempo può determinare l’insorgenza di lesioni pre-tumorali e il carcinoma. Lo screening per il carcinoma del collo dell’utero ha proprio l’obiettivo di individuare le infezioni persistenti da tipi oncogeni
Oggi, grazie a un lungo lavoro di studio e ricerca nazionale e internazionale, i programmi di screening italiani, e dallo scorso autunno anche della nostra Provincia, stanno adottando gradualmente il test HPV al posto del Pap test, come nuovo test di screening per la prevenzione di questo tumore. Lo screening con test HPV, offerto alle donne di età dai 30-65 anni, insieme alla Vaccinazione anti-HPV offerta alle ragazze nel 12° anno di età, consente infatti di migliorare la lotta contro con questa malattia.
Il test HPV, che consiste di un esame molecolare di laboratorio che consente di individuare la presenza del virus prima che provochi alterazioni nelle cellule, è più efficace del Pap test per la prevenzione del cervicocarcinoma. In questo nuovo programma il Pap test non scompare ma diventa un esame di completamento (Pap test di triage) che viene letto solo nelle donne risultate positive al test HPV.

Dott. Giancarlo Favero – Medico specialista in Ginecologia e Ostetricia

read more